[Phrase generator 0.2]Ieri, verso le colonne d'Ercole, divento piccolo piccolo nel delimitare 2 bombe atomiche.

Storia a caso:
E un sapevo i che fa sicche' ho scritto una minchiata...

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Terrore ad alta quota

Ore 4 e 53 del mattino.
L'inspettore Zvitorshnjieli dormiva placidamente nel piccolo bagno dell'aereo diretto a Cutineddi, in provincia di Cagliari. Appena il giorno prima Zvitorshnjieli aveva perso una grossa somma di denaro al più prestigioso casinò di Cagliari: "U Tuparu dou caciocavaddu", e per sfuggire ai creditori aveva preso l'aereo per Cutineddi. Perso! Aveva perso! Proprio lui che era di origini tobagane e giocava regolarmente alla roulette russa da quando aveva 3 anni. La fortuna gli aveva voltato le spalle. Questo fu il suo ultimo pensiero quando si svegliò di soprassalto battendo la nuca sullo spigolo del portaoggetti, proprio sopra di lui. Prima che potesse rendersi conto dell'accaduto sprofondò in un profondo e gradevole coma.

Ore 7 e 29 dello stesso mattino di prima.
L'ispettore Zvitorshnjieli dormiva placidamente nel bagno dell'aereo per Cutineddi. All'improvviso fu svegliato da un negro di 1 metro e 98 pesante all'incirca il quadruplo di lui che gli stava borbottando qualcosa contro. Dalla porta del piccolo bagno scardinata e scaraventata nel corridoio, capì che il negro doveva andare in bagno. E che stava aspettando dalle 5 del mattino.
Ripulendosi il sangue che costantemente gli scendeva sul collo l'ispettore Zvitorshnjieli raggiunse il suo posto e vi si accasciò sbuffando. Perchè stava dormendo nel bagno? Non sapeva trovare risposta. Poi tutto gli tornò in mente: l'assassinio, gli anni passati dentro un pozzo a Butango mangiando vermi e piccoli animaletti, i figli di sua sorella, la scuola di polizia, ma soprattutto l'assassinio. Si alzò di scatto. Qualcuno su quel piccolo aereo aveva assassinato la famosa pornodiva transessuale Carmela/o Buoncoito. Sull'aereo fortunatamente c'erano ben poche persone: lui, la/il fu Carmela/o, il negro di 1 e 98, un nobiluomo inglese, una contadinotta sarda con la sua piccola capretta e un evaso maniaco omicida psicologicamente instabile che al momento stava urlando e saltando sul cadavere della vittima. Secondo le sue supposizioni la risposta al quesito doveva essere nel piccolo bagno, ma, al momento, non poteva recarvisi. Perchè si era addormentato in bagno? Era stato drogato? Possibile. Si era drogato? Diede un occhiata all'interno del taschino della giacca. Possibile. Forse qualcuno lo aveva tramortito! Ciò avrebbe spiegato il fatto che stava diventando rapidamente esanime e che era ricoperto di sangue dal collo in giu. Già, lo avevano tramortito, ma chi? Chiunque fosse stato doveva essere l'assassino. Squadrò il nobiluomo inglese. Si chiamava Enrico Pinatta e viveva a Bergamo, due figli maschi, lavorava come operaio in una fabbrica di prefrabbricati. Aveva poco senso. Passò oltre con lo sguardo fino a giungere alla contadinotta sarda dagli occhi vacui e bianchi. Strano colore per degli occhi. La cosa non lo convinceva. Gli fece cenno di avvicinarsi. Lei non mosse un muscolo.
"Ehi, tu! Tu con la capra. Vieni qui."
Rispose il nobiluomo inglese: "Chi? Io?". Zvitorshnjieli lo ignorò.
"Andiamo, muoviti."
Si mosse prima la capretta e poi la contadina che la teneva per il guinzaglio. Aveva sempre lo sguardo altrove, ciò irrobustì i sospetti di Zvitorshnjieli: aveva paura di incontrare i suoi occhi accusatori. Aveva elaborato in pochi attimi un'efficace strategia per interrogare la contadina.
"Hai ucciso tu Carmelo/a?"
"Eh? Chi è lei?"
Furba come una volpe. Doveva cambiare strategia all'istante, senza far vedere che era in difficoltà. Gli mollò un destro sulla faccia talmente potente che la contadina si draiò sulla moquette del corridoio due metri più in là, priva di sensi e col sangue che gli fuoriusciva dalle narici. Zvitorshnjieli ci aveva visto giusto anche stavolta. Era andato per esclusione: il nobiluomo era stato sicuramente bene educato, quindi non poteva commettere simili atrocità, il negro di 1 e 98 era chiaramente permeato dei valori della sua terra natia che gli impedivano di uccidere senza lo scopo di procacciarsi il cibo, mentre l'evaso maniaco omicida psicologicamente instabile non poteva sicuramente mettere insieme un piano così ingegnoso come invece aveva fatto l'astuta contadina sarda e la sua complice al giunzaglio. Probabilmente Carmelo/a le doveva dei soldi, forse era un tossico/adipendente e la contadina gli dava la roba, chissà. La scientifica avrebbe provvisto a trovare un movente e le prove, lui, in fondo, era solo un semplice ispettore.

DevastaPalle, 2006-06-11
Raccolta: I casi dell'ispettore Zvitorshnjieli
Tags: ispettore Zvitorshnjieli
Indice di gradimento: 5.85 su 14 voti



2010-03-05: test

knfPbf1 <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com <a href="http://test.com"> test </a> http://test.com

2008-01-17: Fanaccia

Per chi ama l'azione un cult della letteratura sarda

2008-01-17: Negriero

Il capolavoro assoluto, l'opera d'arte di ogni secolo avvenuto e a venire, avventato e avvento, avanti e invento, pannelli e solari. Amo svitnielli è il mio cuoco preferito!



<-- Nome