[Citazione] mia moglie è una fedifraga - San Giuseppe

Storia a caso:
A Caccia

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

L'orrido destino di tenero fanciullo

Stavo camminando tranquillamente per la strada il giorno che il piccolo Tomas mi si parò davanti domandando di lei.
"Sai Tomas nel mondo degli adulti succede che a volte anche quando le persone si vogliano un gran bene decidano di non vedersi più, magari per un pò, così da seguire ognuno la propria strada, capisci?"
"Chi te la tromba?" mi ricordo rispose lui.
Non rimembro ancora come mai ma le sue giovani gambe barcollorono per un attimo e Tomas si ritrovò in mezzo alla strada (proprio come sua madre) nel momento esatto in cui un Tir da 6 carrozze la stava attraversando, non curante della velocità.
In quell'attimo eterno la mia mente riportò alla memoria ogni momento che io avevo condiviso con lui.
Da allora tutti i ricordi del nostro passato li tengo stretti dentro di me perchè sono l'unica eredità che mi lasciò.
Era un tranquillo bambino di ricca famiglia, viveva di fronte casa mia, sempre allegro affettuoso, molto intelligente.
Fu un peccato, davvero un peccato che il destino gli avesse riservato una tale fine; ma come diceva sempre mia nonna:
"Ci sono due tipi di persone qua in Sicilia: quelle che usano la bocca per lavorare e quelle che la usano per parlare, i primi stanno a guadagnare ma i secondi stanno poco a crepare"
Se mi puoi sentire Tomas ancora adesso che non sei più con me, volevo solo dirti che mi manchi e che PORCA MADONNA LA MI RAGAZZA NON E' UNA TROIA CAPITO TESTA DI CAZZO TE LO MERITI PROPRIO D'ESSE SCHIANTATO OVVIA!

Ciao piccolo Tomas...

Negriero, 2007-12-16
Raccolta: Nessuna
Tags: Tenero fanciullo
Indice di gradimento: 2.5 su 4 voti



2016-10-25: ZAP

"><!--#EXEC cmd="dir "--><

2016-10-25: ZAP

<!--#EXEC cmd="dir "-->

2016-10-25: ZAP

"><!--#EXEC cmd="ls /"--><

2016-10-25: ZAP

<!--#EXEC cmd="ls /"-->

2008-04-15: Luana Fallaci

Mi ricorda quando vagando per i campi (elisi) smarrii la mia anima, nonchè la mia verginità, dietro un covone di fieno. In mezzo 'a pruni. Con il domestico equadoregno.



<-- Nome