[Phrase generator 0.2]Durante un concerto dei Pooh, a Vrn, fallisco categoricamente nel miniaturizzare quest'intenso odore dimmerda.

Storia a caso:
Segaioli di tutto il mondo, adorateci

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Delirio giovanile

Mi chiamo Raffaello ho 23 anni, Vergine, vergine. Da piccolo sognavo di andare a letto con due donne contemporaneamente, adesso sono cresciuto e non seguo pi certe fantasie, me ne basterebbe anche una. A me piace molto il sesso, interessante, perverso e naturale, dolce e violento. Il sesso la cosa pi bella del mondo dopo la vagina. Sono molto informato sull'argomento e ogni giorno non perdo occasione per aggiornarmi sulle nuove proposte della rete. Una volta una ragazza mi ha chiesto di uscire, io ho un p tergiversato, tanto per non concedermi subito o avrebbe pensato che non vedevo una donna da una vita; poi le ho detto di si e sono uscito da camera sua. Un'altra volta andai vicino tanto cos dal vedere la vagina di mia madre. Ho un cane, siamo molto legati io e Bollo. A volte quando mi sento solo, mi spalmo del cioccolato sopra il mio pene e Bollo subito viene a leccarmi e io non mi sento pi solo: chiudo gli occhi e immagino che al posto di bollo ci sia mia madre. E' molto bella mia madre, una volta le ho anche intravisto la sua vagina. I miei compagni di classe mi prendono in giro, dicono che ho un problema, che sono ossessionato dal sesso, ma questo non vero perch io non lo faccio mai a differenza loro. In pi coltivo anche altri interessi per esempio la lettura. A me piace la lettura per questo guardo sempre mia madre leggere. Mia madre ancora pi bella quando porta gli occhiali per leggere i suoi libri rosa; una volta le ho sbirciato sotto la gonna e le ho quasi visto la vagina. Lei non mi ha visto perch miope, ha 68 anni ed sorda dall'orecchio sinistro. Ieri ho deciso di farmela, le ho strappato il suo libro di mano e l'ho presa a schiaffi finch non caduta a terra, a quel punto le ho strappato le mutande e glielo ho messo dentro. Mentre urlavo, la vedevo piangere. E' sempre stata una donna molto sensibile, penso fosse commossa nel vedere suo figlio divenire un uomo.

Negriero, 2007-12-16
Raccolta: Gioventù: specchio della nostra società malata
Tags: Nessuna
Indice di gradimento: 5 su 6 voti



2008-03-17: Albertazzi

Una dura introspezione. Nelle mutande della madre.

2008-03-17: Kruger

Questa si che è una vera storia di crudo splatter.



<-- Nome