[Phrase generator 0.2]Durante il plenilunio, alla fermata dell'autobus, sembro ambiguo nel petare la super ultra iper troia di Vs. madre.

Storia a caso:
Funky & Lode

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Emergenza Critica part two

il Dott. Casetta indugiò ancora qualche attimo sulla soddisfazione professionale che aveva appena avuto,il tempo sufficiente per estrarre del materiale organico di dubbia natura dalle sue nari.
Con passo disinvolto ma fermo si recò in direzione dell'ambulanza mentre il portellone veniva spalancato e ne uscivano gemiti lagnosi.
" bene bene, cosa abbiamo oggi per colazione?" la scena che gli si presentò agli occhi era per lo più raccapricciante,
un uomo di giovane età era semi-incosciente, il volto coperto di escoriazioni era contratto in un'espressione di dolore;
la gamba destra era praticamente tumefatta, e in più punti era visibile l'osso fratturato che aveva lacerato le carni.
subito Casetta si accorse che la situazione era grave ed ebbe un fremito, aveva lasciato il caffè sul fornello e da un momento all'altro sarebbe strabordato."su Casetta" pensò,cercando di assumere l'aria più professionale possibile "Offre l'ospedale, non ti devi preoccupare se un po'andrà perso".Questo pensiero lo confortò molto. Il ferito con uno sforzo notevole riuscì a sussurrare: "dottore... ah.. non sento le gambe...".
Casetta rimase perplesso da quella affermazione "Guardi, è perfettamente normale... le gambe mica parlano, giusto?" la portantina vicino al ferito rimase attonita dopo quella affermazione.
"beh? che guarda? non mi dirà mica che lei non lo sapeva? ma dove l'ha preso il diploma da infermiera?!?!? faccia il suo lavoro e svelta!!!"
la poverina rimase ancor più stupita, ma non fiatò poichè sapeva che Casetta era un convinto sostenitore dello slogan:. "ma vedi un po'che gente..." Casetta si riaggiustò il ciuffo e si riposizionò il pene in una posizione più comoda (o consona) fu solo allora che si rese conto che la situazione era realmente grave.il paziente indossava (con evidente noncuranza) una camicia color Kaki che non si intonava assolutamente col sangue arterioso di un bel rosso vivido. era davvero terribile a vedersi, inenarrabile ( di fatto non so cosa cazzo dirvi di più ). ma ciò nonostante bisognava agire prontamente. Con una freddezza propria solo dei dottori più esperti Casetta individuò cosa fare; alzò leggermente la voce per coprire i lamenti sempre più flebili del meschino, ed ingiunse:"ora che ci penso, ho una riunione di fantacalcio tra 32 secondi, e poi il policlinico è al completo, sa, siamo in alta stagione". di li a qualche attimo fu di nuovo nella nebbia, lasciandosi alle spalle il barluginio delle sirene, speranzoso che il suo buon caffè non fosse strabordato.

Ano Nimo, 2007-12-14
Raccolta: Le conturbanti avventure del dott. Casetta
Tags: Nessuna
Indice di gradimento: 2 su 4 voti



2008-01-15: DevastaPalle

E' il miglior dottore del mondo.
Spero che faccia ancora delle diagnosi durante il suo attuale peregrinaggio.



<-- Nome