[Phrase generator 0.2]In un futuro steampunk, nella mia bara, mi appresto a superare la velocita della luce nel riflettere intensamente su quella troia di Minni.

Storia a caso:
Generazioni a confronto

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Dal diario di Frenchi Rieddu

L'esperimento genetico aveva degli artigli al posto delle dita e una forza sovrumana. La sua faccia era un reticolo informe di vene e sotto la fronte uno sguardo tra il vacuo e il triste sembrava fissare il berretto verde. Partì all'attacco. La sua velocità era fuori del normale, sembrava sbracciasse a caso, ma c'era una tecnica precisa dietro i suoi colpi, implementata da un equipe di scenziati e di militari. Il berretto verde faticava a schivare quegli artigli e gia sanguinava da diverse ferite, non avrebbe retto ancora per molto. Un gancio pesantissimo si abbattè sull'esperimento schiacciandolo. Il berretto verde sbuffò, controllò il cadavere e disse: "Hasta la vista, baby".
"Madonna, ma che film di merda" Frenchi spense la televisione e lanciò il telecomando in terra in un gesto di stizza.
Stava pranzando, ma quel film gli aveva tolto l'appettito. Lasciò il suo piatto di orecchi ancora fumanti sul tavolo e bevve un sorso di acqua e vov. Sentì un urlo provenire dalla cantina. Sembrava una donna. Scese di sotto a controllare. Accipicchia! Cominciò a ridere timidamente, era un po' in imbarazzo. La donna contunuava ad urlare. Era appesa al soffitto con del sottile filo di nylon che gli stringeva le mani ormai quasi nere. Franchi si grattò la testa. Non gli aveva messo il sale! Ahah, ci credo che urla ancora, vabbè dai c'era il film, si era distratto. Prese una manciata di sale grosso da una busta e lo applicò grezzamente sul moncherino della gamba della donna che svenne all'istante. Guardò sul tavolo di ferro. Ah gia! Cavoli, si era scordato tutto oggi. Prese il pezzo di gamba che aveva segato lentamente un'ora fa e lo portò su. Siccome gli era ripreso l'appetito decide di cimentarsi nel cucinare la gamba. Sfogliò il suo ricettario, e scelse "L'anatra alla pechinese" di Giampiero Tanza. Dopo aver letto gli ingredienti guardò la gamba che colava pus e sangue. Alzò le spalle e disse: "Mah, sarà uguale..." e si mise all'opera.

DevastaPalle, 2007-12-10
Raccolta: Frenchi Rieddu
Tags: Nessuna
Indice di gradimento: 4.5 su 4 voti



2008-11-21: Tanza

si alla fine una gamba umana e' come un etto di prosciutti

2008-04-16: Ano Nimo

credo sia più corretto --> Dio ninja

2008-01-28: Negriero

Dio c'è ma non si vede --> Dio ladro



<-- Nome