[Phrase generator 0.2]Durante un intervento per cambiare sesso, ad un ritrovo di degustatori di feci, sembro ambiguo nel ostentare mia cognata senza arti.

Storia a caso:
Il mio cane

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Colpevole!

"La polizia di Cutineddi è ancora sulle traccie dell'ultimo passeggero del volo 231 partito da Cagliari. Sembra che quest'uomo, di cui non sono state ancora rese note le generalità, sia un ispettore privato e che possa essere la causa dei disordini dei giorni scorsi avvenuti al famoso casinò 'U tuparu dou caciocavaddu' di proprietà della famiglia Rieddu. Qui Abbeddu Porcuddi, linea allo studio."
"Grazie Abbeddu, bene, passiamo alle altre notizie..."
Tob spense la televisione. Gli risultava difficile credere che la polizia di Cutineddi faticasse a trovare un uomo solo. Sospirò. Effettivamente la cosa non gli importava poi molto. Prese le chiavi di casa e scese le due rampe di scale che lo separavano dal'esterno.
Fuori era bel tempo. Guardò verso la rampa di lancio dello shuttle. Era così grande che si vedeva anche da casa sua. Sorrise rendendosi conto che lui viveva nello shuttle. Richiuse il portellone dietro di sè e si avviò verso la postazione di controllo. Doveva scendere molti altri gradini prima di raggiungere il suo luogo di lavoro, quindi decise di accendersi una sigaretta. Mentre scendeva notò con sorpresa che non c'era nessuno che lavorava. Com'era possibile? Tra qualche giorno lo shuttle sarebbe stato spedito su Alpha Centauri insieme ad una famiglia di messicani, un pastore tedesco di nome Hidelshlauff Vertmungrend, una spia tailandese e un automa. Cominciò ad agitarsi. Qualcosa non andava. Dov'erano i nani addetti ai ponteggi? E il suo amico Palmiro? Gia! Dov'era Palmiro? Oggi doveva offrirgli la colazione. Dannato Palmiro.
Saltò gli ultimi 17 gradini per scaramanzia e atterrando si microfratturò l'alluce. Bestemmiando il libanese (gliel'aveva insegnato Palmiro) alzò lo sguardo e rimase perplesso. Il vasto cortile che separava la navetta dalla postazione di controllo era praticamente vuoto. Solo un uomo si scorgeva in lontananza, vicino l'entrata della postazione. Tob cominciò a zoppicargli incontro sempre più agitato. Appena fu vicino abbastanza da inquadrargli il viso rimase a bocca aperta. Sembrava un down! Ma che diavolo ci faceva un down lì? Aveva la barba e dei lunghi capelli grigi e il suo sguardo ebete era vacuo e fisso. Non ebbe il tempo di dire niente. Dopo un rapidissimo movimento degli occhi il down cominciò a urlare. Emetteva dei versi terribili, simili a dei guaiti. Tob si pietrificò dal terrore. Dalla porta della postazione di controllo uscirono due uomini. Uno indossava una divisa da carabiniere, mentre l'altro un impermeabile scuro. Il primo era abbastanza comune come tipo: di mezz'età, occhi stanchi, leggermente opachi, strabico, faccia anonima, mentre il secondo... aveva uno sguardo penetrante e odioso, lineamenti a metà tra l'europeo e l'asiatico, pelle abbastanza scura, barbetta nera incolta unita sopra le labbra da fini baffetti.
"Ahà!" disse quest'ultimo, puntando un indice verso Tob.
Quest'ultimo era abbastanza sconvolto e non riusciva a capire cosa stava succedendo, quindi non ebbe il coraggio di parlare, aveva anche una postura ridicola a causa dell'alluce.
Il vecchio carabiniere sembrò scrutarlo. "Uhm, vedo vedo. Lei ha ragione, ispettore. Costui è chiaramente l'assassino, senza ombra di dubbio. Giovanotto, favorisca patente e libretto."
Tob rimase impalato sul posto. Era tutto assurdo. Non ci capiva più niente.
"Andiamo, giovanotto, favorisca." Il vecchio carabiniere stava diventando impaziente.
"Ecco l'ultima prova che mi serviva." l'uomo con l'impermeabile scuro incrociò lo sguardo di Tob per un lungo attimo. "Non ha nè patente nè libretto. Perchè?" l'uomo guardò il vecchio carabiniere "sono quelli rinvenuti sul corpo della vittima. Li mandi alla scientifica e faccia togliere le macchie di sangue, troverà le generalità di questo giovanotto e la prova schiacciante della sua colpa." dal sorrisetto maligno che gli rivolse, l'uomo sembrava soddisfatto.
"Mi fido di lei ispettore Zv... Zvit..."
"Zvitorshnjieli"
"...Zvitorshnjieli. Lei, giovanotto, mi segua in questura."
Allibito, Tob non potè fare altro che seguire il vecchio carabiniere, sentendo gli occhi dell'ispettore sulle sue spalle.

[...]

"...e adesso, linea ad Abbeddu Porcuddi."
"Grazie Arnoldo. Qui a Cutineddi è stato reso pubblico il nome dell'ormai famoso ultimo passeggero del volo 231 partito da Cagliari quattro giorni fa. L'uomo, ricordiamo, è un ispettore privato e si chiama Zvitros... Ztov... (come si legge?)(non lo so, sbrigati sei in onda.) ... Zitonnieli. E' alto circa uno e novanta, carnagione normale e capelli neri. E' stato identificato dal settantenne maresciallo dei carabinieri Diocuziano Rugatti che ancora una volta ha dimostrato..."

DevastaPalle, 2007-12-10
Raccolta: Nessuna
Tags: Zvitorshnjieli
Indice di gradimento: 0.66 su 3 voti





<-- Nome