[Phrase generator 0.2]Tra le ventirtè e le ventitrè e zero sette, a un comizio del ku klux klan, mi metto a sbiascicare con ingordigia quel Negro di dio.

Storia a caso:
0,8 %

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Somewhere, racconti americani

Nulla più, nulla meno. Salutò con la mano aperta i suoi compagni di avventura e ripercorse con la memoria quel week-end di terrore partito da Szaniklov in provincia di Mosca (subito dopo la statale 21). Partirono in quattro, due coppiette, c'era la sua ragazza Batrikaa, il suo miglio amico Igor (che era fratello della sua ragazza) con la sua ragazza Iklova. Erano partiti con il loro furgoncino delle feste, un camioncino che usavano i minatori svizzeri nel '68 per trasportare l'amianto da Ginevra a Manila, i ragazzi c'erano talmente affezionati che lo chiamavano il "Krutishov", che in lituano significava "Rotore a intercapedine variante", ma nessuno dei quattro conosceva il lituano. Il programma del week-end prevedeva che si fossero fermati per un giorno e una notte al bosco stregato di Retlofziik per giocare a "The Blair Witch Project", il mattino seguente avrebbero preso l'interstatale 3 (all'entrata dopo la gelateria di Ushkinaliienjof) e sarebbero andati al maestoso parco giochi Rejntlinjov, patria dei bambini e di un organizzazione stalinista radicale, infine la notte del secondo giorno l'avrebbero passata al lago maledetto di Zcinengrov (dove c'è quel tabacchino arabo, il Muhanjièf). Erano carichissimi. Quattro giovani, un furgoncino, un programma per un week-end spettacolare e un cassa di stupefacenti di tutti i generi, non si poteva chiedere di meglio! Ma si sa, tutti quegli inguardabili film horror americani cominciano così.

Guidava Igor ormai da tre ore, e lui stava per dargli il cambio. Era notte fonda e c'era una nebbia fittissima. Le ragazze stavano tirando su di bonghetto da un po' e ormai vedevano i mostri. Fu un attimo. Vide un ombra dalle fattezze umane pararsi davanti al Krutishov, Igor sterzò e inchiodò di colpo e Iklova sfondò il parabrezza con una testata e schizzò fuori dal furgoncino.
"Mio Dio, l'hai vista anche tu? Chi c'era in mezzo alla strada? Oh mio Dio, oh mio Dio." Igor era sconvolto
"Si l'ho vista! L'ho vista! Cos'era?" disse lui, poi aggiunse "Andiamo a vedere"
Igor lo guardò come per dire 'Mi sto cagando addosso, vacci tu.' e lui lo guardò a sua volta come per dire 'Campa cavallo che l'erba cresce'. Uscirono dal Krutishov. Era buio, dannatamente buio. Lui avanzò con circospezione, mentre Igor gli veniva subito dietro. Si bloccarono di colpo. Un'insana risata provenì dal furgoncino. Era Batrikaa che rideva come una pazza col bonghetto in mano. Lui le si parò davanti e la prese a pugni in testa finchè non si calmò, poi si voltò e vide che una figura ammantata di nero stava emergendo dalla nebbia e avanzando verso Igor. Erano paralizzati dal terrore. La figura era una ragazza, una negra. Lui e Igor non ne avevano mai viste. Rimasero attoniti. La negra aveva dei vestiti marroni laceri e sbiaditi e stava piangendo.
"Ehm, dai su, non fare così, non è la fine del mondo essere negri" disse lui, ma non fece a tempo a finire la frase che la negra tirò fuori un kalashnikov dalla vagina e si trivellò di colpi il cervello. Cadde a terra esanime.
"Meno male..." disse Igor, che aveva a sua volta un kalashnikov in mano e lo stava puntando verso la negra.
"Gia, poverina, forse è per questo che siamo venuti al mondo, ma non dobbiamo arrenderci, perchè la vita vale sempre la pena di essere vissuta" disse lui e Igor lo guardò perplesso.
Rimontarono sul Krutishov e ripartirono senza parabrezza.
"Senti una cosa" disse Igor
"Dimmi amico" disse lui
"Ormai ti conosco da... quanto? 10 anni?"
"15" lo corresse lui
"15. Ho sempre avuto quest curiosità, ma non so se..."
"Oh non ti preoccupare, sei il mio miglior amico, chiedimi quello che vuoi" disse lui sorridendo
"Come ti chiami?" disse curioso Igor
"Tommasino Rieddu" gli rispose, allargando il suo sorriso.

DevastaPalle, 2007-12-10
Raccolta: Frenchi Rieddu
Tags: Nessuna
Indice di gradimento: 5.75 su 8 voti





<-- Nome