[Phrase generator 0.2]A pranzo, nelle remote regioni del katanka, sorrido nel tagliare questo sito con uno sfondo troppo gay.

Storia a caso:
La prima volta

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

L'esca

Erano entrambi nascosti dietro dei cespugli ed entrambi cercavano di trattenere il respiro per non creare il minimo rumore. Fermi nelle loro posizioni, sembravano due felini pronti a scattare, tesi come corde di violino. I loro volti esprimevano una determinazione inumana, sembravano delle gelide macchine senza emozioni. Ghetraffszr, il piu' giovane dei due, impugnava un kukuri nella mano destra. Lo aveva commissionato anni or sono ad un armaiolo del lontano oriente di nome Reghetrasfps, un maestro nel suo campo, aveva forgiato le piu' letali katane che la storia ebbe mai conosciuto e girava voce che quando non lavorava si dilettava nel farsi penetrare da animali. Ghetraffszr era nato per uccidere. Quando nacque uccise sua madre senza neanche rendersene conto. Un anno piu' tardi uccise suo padre di vecchiaia, poi uccise suo zio di incidente sul lavoro, poi tocco' a sua cugina di ictus, poi di nuovo a sua madre. Uccideva di tutto, senza distinzioni. Formiche, plancton, zanzare. Correva voce in paese che egli fosse il demonio in persona, ma il vero demonio era suo fratello Rtanifripsz e lui lo sapeva bene. Lo ammirava per la sua crudelta'. Adesso stava acquattato accanto a lui. Era piu' vecchio di 4 secondi e i due non erano gemelli, ma venivano da gravidanze diverse. Gravidanze un po' strane. In paese era solito sentir parlare di gravidanze del demonio. Rtanifripsz era biondo, mentre Ghetraffszr aveva gli occhi castani. Il fratello maggiore indossava un corpetto di cuoio lavorato da Frannifeltz Yugrastrafgh, un dentista del posto. La sua arma, una flamberga di sette metri, era accuratamente camuffata da caraffa di vino bianco annacquato all'origano e serviva da esca. Era posta in mezzo allo stretto sentiero che la preda dei fratelli Chuffiltzartrfzr doveva attraversare.

[Immaginate un effetto grafico/uditivo discreto mentre la scena si sposta altrove, poco lontano]

La bestia che stava cavalcando era stremata. Altre due o tre miglia e quel cavallo avrebbe tirato le cuoia. Sir John Coppelton Van Hutchking era infastidito dal fatto che aveva speso gran parte delle sue monete per quel ronzino vecchio e malaticcio. Purtroppo andava di fretta, se cosi' non fosse stato avrebbe di certo scelto la cavalcatura con piu' criterio. Era stanco. Cavalcava ormai da ore e ammise di non avere piu' l'eta' per affrontare viaggi cosi' lunghi. Fece rallentare il cavallo fino fermarsi, dopodiche' scese e prosegui' a piedi tirando il vecchio ronzino per le briglie. Si trovava in mezzo ad un sentiero abbastanza stretto da non far passare piu' di due cavalli insieme, costeggiato da cespugli molto fitti, alti piu' o meno fino alle sue ginocchia.
Si blocco' di colpo. Una caraffa di vino bianco annacquato all'origano era comparsa in mezzo al sentiero. In paese, una scena come questa sarebbe stata attribuita al demonio. Sir John Coppelton estrasse il suo fido pugnale marcato Fluffendorf. comincio' a scrutare i cespugli, ma niente sembrava fuori posto, quindi avanzo' di altri trentasei passi.
I fratelli killer scattarono come dei leopardi morti. Le loro gambe infatti si erano atrofizzate a causa dei quattordici giorni passati acquattati dietro i cespugli. Caddero con la faccia al suolo in una posa umiliante. Sir John Coppelton rimase a bocca aperta contemplando la scena. Allora capi' ogni cosa. La caraffa di vino bianco annacquato all'origano era solo un'esca, magari era una flamberga camuffata. Inoltre qualcuno aveva assoldato i fratelli Chuffiltzartrfzr per ucciderlo, impedendogli di recapitare il messaggio per il re di Sderegoviannhrth da parte del sindaco di Poggio a Trufanniszrffoslh, un messaggio che avrebbe cambiato la storia per sempre. Ma chi vorrebbe mai ostacolare una missione di tale portata? Chi mai odierebbe la storia a tal punto? Chi era quell'essere si' malvagio?
Sir John Coppelton Van Hutchking spalanco' gli occhi. Solo una persona poteva essere capace di tale malvagita'.
Anzi, non era una persona, ma colui che in paese veniva chiamato "Il Demonio" perche' era riuscito a tornare indietro dalla morte: Michael Coppelton Van Hutchking.
Esatto. Erano fratelli.
Fratelli gemelli.
Fratelli gemelli siamesi.

DevastaPalle, 2008-01-02
Raccolta: Nessuna
Tags: Sir John Coppelton Van Hutchking
Indice di gradimento: 2.66 su 15 voti



2008-09-03: Nigrurus

-Gna gna fa fa zecchete zecchete zippo zippo poffo poff- formula maledetta tratta dal Necronomicon per l'evocazione di Uikkatachk Vallallà demone del 4 girone

2008-01-02: Albertazzi

Mi è sempre piaciuta la geografia



<-- Nome