[Phrase generator 0.2]Mentre mi rado il pube, ad un ritrovo di degustatori di feci, mi struggo al pensiero di spizzicare la salsedine.

Storia a caso:
Superpoteri Inutili per Stupire le Zebre

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Timmy e il segreto del Natale

Timmy l'orsetto si avvicinò tremante al musino di Leila, orsetta dolce, sussurrandole dolcemente la fortezza del loro amore.
-anche io ti amo follemente- disse lei - sposiamoci-, -adesso?-, ribattè Timmy ancora scosso per l'emozione, - si adesso, non ci serve nient'altro...- -...che l'amore- terminò Timmy- -si certo e anche un prete, una chiesa, un ristorante una orchestra, cibo, da bere, tanti invitati, le bomboniere...-. -Non ti amo più Leila- interruppe Timmy. -Ma cosa mi dici mai?- ansimò Leila con occhi languidi e un nasino arricciato che sembrava topo gigio. -Leila forse non sono ancora pronto per questo passo, vedi a me non importa se di fronte allo stato io sia o no un orsetto sposato per dimostrarti il mio amore. L'amore non è un atto notarile, non si stipula con una stupida firma in comune, si firma con il cuore e sul cuore di timmy l'orsetto ci sono già incisi i nostri nomi.- Leila abbassò gli occhi per un attimo, poi d'improvviso alzò di nuovo lo sguardo incrociando quello di Timmy. Abbassò di nuovo la testa come un animale impaurito, terrorizzata dalle parole di lui. Poi mosse lentamente le labbra soffiando sommessa qualche parola alla rinfusa - io, i..io..io-. -Parla Leila non aver paura- disse il tenero orsetto paffuto,-la verità Timmy è che io non so se sono pronta, è che sono confusa..anche io ti amo e direi una bugia se non dicessi il contrario, ma il tuo amore è troppo forte e mi spaventa, io sono una donna o meglio un'orsetta e ho ancora tanto da vivere e provare, sono un gatto selvatico sempre pronta a scappare, lo sai come siamo noi donne no?- - troie- ribattè Timmy, -esatto ma non è questo il punto...- -e quale allora?- rispose Timmy per un attimo alzando la voce per poi tornare ad una apparente calma.-Io non ti merito, non ti merito!- iniziò ad urlare Leila stringendo forte il colletto del suo maglione di peli. -Smettila di urlare come una pazza, cosa significa non ti merito, io decido con chi volgio stare, non tu e ho deciso di stare con te. Ma forse non vale lo stesso per te!-. Subito ribattè lei -no il fatto è che sono stanca, mi fa male la testa, non ce la faccio a discutere e poi ho le mestruazioni- detto questo Leila si voltò -Ho capito và, tanto non c'è modo di parlare con te, ti chiudi nei tuoi pensieri, cerchi una scusa e parte la farza del silenzio, ma io adesso mi sono stancato e sai cosa farò?-. Ad un tratto, come se deciso da una qualche regia che dirige l'universo, dal cielo iniziarono scendere soffici perle invernali: -nevica!- disse lei. Timmy si portò dietro le spalle di Leila e le appoggiò una mano sulle sue irsute e possenti spallucce. Con uno uno strattone la voltò verso di lui, ritrovandosi a guardarla dall'alto in basso, con il suo fiato che le alitava sul collo - Non farò niente ecco cosa farò! Poi oggi è Natale non ho certo voglia di rovinarmelo, anzi vuoi farmi un regalo, uno solo non costa niente-, -dimmi amore- disse con Leila con bocca piena di lacrime.
Timmy si avvicinò con le sue labbra a quelle di Leila. Passò la lingua sulla sua bocca per inumidirla mentre poggiava la fronte su quella dell'orsa. Poi piegò il collo, lentamente, verso destra e sfiorando le sue guancie calde con il proprio volto si trovò con la bocca vicina al suo orecchio sinistro e disse:
-Stai zitta-
Timmy si allontanò, mi ricordo lo presi in braccio, ci mettemmo a sedere in poltrona, la nostra potrona rossa e guardammo assieme la nostra sitcom preferita. Ci sbellicammo dalle risate. Timmy si rotolava in terra piegato dalle risa. Io ero pazzo, Timmy no.

Qualcuno a questo punto si sarà chiesto quale sia il segreto del natale e se da queste parole ancora non l'avesse capito sarò schietto. Non esiste nessun segreto o senso né al natale, né alla vita anche se per natura l'uomo cerca di darlo ad ogni cosa. Quando lo si prova a ricercare, a carpirlo interrogando la parte più remota del nostro essere, si scopre soltanto, che in fondo esiste solo la follia ed allora un ragazzo che crede che i suoi due orsetti abbiano una vita coniugale non appare poi così fuori dal normale.

Negriero, 2007-12-26
Raccolta: Nessuna
Tags: Nessuna
Indice di gradimento: 3.28 su 14 voti



2009-04-30: F.E.

Tutto ciò ha inquietanti similitudini con la realtà

2007-12-28: Fanaccia

Il mio orsetto fa tanta pupù ovunque

2007-12-27: Devastz0r

There's love in the air.

2007-12-27: Ano Nimo

ora sì che posso vivere questa festa del cazzo con lo spirito giusto!!!!



<-- Nome