[Phrase generator 0.2]Durante un intervento per cambiare sesso, presso la popolazione nota come ostrogoti, piango a sentirti tramutarmi in delle vagine.

Storia a caso:
Colpevole!

ShoutBox

[Marco Travaglio]
Ho scoperto il 98% dei bug di questo sito

[1]
1

[-1']
1

[1]
-1'

[1]
1

[1]
1

[1]
1

Fuga dall'inferno (parte 1)

L'aereo si poggiò a terra con la delicatezza del Negriero quando è davanti a una tavola imbandita dopo 6 ore di digiuno. I passeggeri sussultarono all'unisono e Zvitorshnjieli perse conosc(i?)enza.

Era seduto su un trono di letame. Tutt'intorno era bianco. Si sentiva spaesato, ma decise di non farsi prendere dal panico e di rimanere tranquillo, tantopiù che il letame, che conosceva bene, era così dannatamente comodo. Un bambino comparve dal bianco e sul suolo si alzò una fitta foschia rosina. Zvitorshnjieli si stava eccitando, ma controllò i suoi istinti.
"Castori sott'olio" disse il bambino.
L'ispettore riflettè un istante, poi rispose: "Acciughe marinate... ?"
"Coloro che inseguono" disse il bambino, che stava via via scomparendo.
"Coloro il disegno... ?" Zvitorshnjieli sentì che la sua proverbiale astuzia gli stava venendo meno. Poi tutto taque.

Il suono delle sirene era insopportabile. Dopo qualche secondo da quando aveva aperto gli occhi, Zvitorshnjieli vide l'infermiere chino su di lui, intento a fare qualcosa al suo braccio.
"Non sono un eroinomane..." disse con un filo di voce "...quelli sono dei vaccini..."
"Ah è sveglio. Bene. Si calmi adesso. Niente di grave, solo che ha una ferita dietro la testa e ha perso un po' di sangue. Dev'essere stato quell'evaso maniaco omicida psicologicamente instabile che era con voi sull'aereo. Ora la portiamo all'ospedale, così si rimetterà entro un giorno, due al massimo."
L'infermiere gli sorrise, ma Zvitorshnjieli non aveva capito una parola di quello che aveva detto.
Recuperò la sua proverbiale lucidità in una stanza spoglia e stretta. La nuca gli faceva abbastanza male, ma niente di insopportabile. Si sentiva ancora un po' debole, quindi prima di alzarsi decise di riflettere e cercare di capire dove lo avevano portato, ma soprattutto nelle mani di chi era finito. Sicuramente doveva trovarsi a Cutineddi o almeno nei suoi dintorni. La stanza in cui si trovava sembrava quella di un ospedale... si, qualcosa gli diceva che era un ospedale. A Cutineddi, esisteva un solo ospedale, il San Zaruddaro, ed era situato in pieno centro. Bene. Rimaneva da dedurre da chi era stato rapito. L'unico sgarro alla malavita che sapeva di aver compiuto lì in Sardegna era quello di aver arrestato la contadina sarda, ore prima, sull'aereo. Quindi ciò significava che il crimine in quelle zone era altamente organizzato. 'Mio Dio!' pensò, doveva fuggire dall'ospedale all'istante, chiunque poteva ucciderlo o, peggio, seviziarlo, o, ancora peggio, ucciderlo e poi seviziarlo. Si alzò e venne colto da un leggero capogiro. Si stacco la flebo dal braccio e scese dal lettino. In fondo stava meglio di quanto sperasse. Indosso aveva una vestaglia da paziente ed era senza mutande. Gli piaceva stare senza mutande. Giocherellò un paio di secondi col suo scroto, poi si guardò intorno. C'era un armadietto, subito lo aprì e vi trovò i suoi vestiti e il suo portafogli. Lasciò stare le sue mutande e si rivestì. Poi rimase ad ascoltare accanto alla porta. Il silenzio era tombale. Diede un'occhiata oltre il buco della serratura, ma vide solo la parete dall'altra parte di quello che doveva essere un corridoio. Aprì la porta in silenzio pregando il suo dio che non facesse rumore. Si sentì uno schiocco seguito da un penetrante cigolìo alternato ad altri ritmici schiocchi.
Dopo un buon minuto passato a inveire sottovoce contro la sua religione, Zvitorshnjieli sgattaiolò fuori dalla stanza, percorrendo il tetro corridoio che era l'inizio della sua pericolosa fuga.

DevastaPalle, 2006-06-16
Raccolta: I casi dell'ispettore Zvitorshnjieli
Tags: I casi dell'ispettore Zvitorshnjieli
Indice di gradimento: 5 su 6 voti



2009-02-16: Katrinzia

No amore, mai vidi lungometraggi di Pokemon.
Però ammetto che, in determinate circostanze, mi trasformo in un Blastoise.

2009-02-14: Il Pestifero

Succia la fava

2009-02-14: Devastapokemon

Pokemonese.
Dovresti aver visto il lungometraggio dei pokemon per sapere chi e` Mew Two.
Come mi sento fortunato ad averlo visto.
Zero.

2009-02-13: Katrina

Che lingua è, amore?

2009-02-13: Devpokemonlover

Mew Two

2009-02-13: Katrina

Io Ti Amo.



<-- Nome